La Congiura al Castello di Magione

Per un tuffo nel 1500
a partire da 114

Per un tuffo nel 1500

«Avvedutisi li Orsini, tardi, che la grandezza del Duca e della Chiesa era la loro ruina, feciono una dieta alla Magione, nel Perugino» Il Principe - Niccolò Machiavelli


Il Castello di Magione fa da suggestiva scenografia all’emozionante rappresentazione teatrale della Congiura che il Cardinale Orsini qui tramò ai danni di Cesare Borgia, detto il Valentino.
Tra il gennaio del 1500 e l’estate del 1502 Cesare Borgia si era impossessato dell’intera Romagna e di parte delle Marche. Lui e suo padre, Alessandro VI, avevano dunque conquistato l’egemonia su tutti i territori ecclesiastici.
La famiglia Orsini tentò di opporsi a quello che sembrava un destino ineluttabile, tramando con alcuni dei signori dell’Italia centrale convocati proprio al castello.

Lo spettacolo teatrale itinerante all'interno del castello sarà affiancato da un sontuoso banchetto con ricette del 1500, rivisitate da Paolo Trippini chef segnalato dalla Guida Michelin 2022 ed Ambasciatore del Gusto Italiano.

All’interno della Sala del Banchetto è allestita la mostra di 16 tavle in "pittura digitale" di Giorgio Lupattelli che partendo dagli scatti dei vari personaggi, l’artista ha realizzato le opere integrando i ritratti con altre immagini prevalentemente scaricate dal web, elaborate e montate con Photoshop. Il risultato è un lavoro dalla luce caravaggesca e con una costruzione strutturata secondo canoni tipicamente rinascimentali.

Per il weekend del 22 - 24 luglio e del 29 - 30 luglio prenota il tuo pacchetto "La Congiura al Castello"
ad Euro 114,00 a persona in doppia
Affrettatevi i posti sono limitati!!!

 


Hai bisogno di informazioni?

+39 075 34643

Richiedi informazioni

Vai alla pagina di contatto