Il Torcolo di San Costanzo

29 Gennaio

Il Torcolo di San Costanzo

Il Torcolo di San Costanzo ...il signifcato e la ricetta

Il Torcolo di San Costanzo è il dolce che si usa mangiare, a Perugia,  il 29 Gennaio in occasione della festa di San Costanzo uno dei due patroni della città.

 San Costanzo è stato vescovo  e martire di Perugia decapitato, al tempo della persecuzione dei cristiani da parte dei romani. Il Torcolo di San Costanzo dovrebbe simboleggiare, secondo alcuni,  la ghirlanda di fiori  che era stata posta sul collo del Santo, per nascondere i segni della decapitazione oppure, secondo altri, il buco rappresenterebbe il collo decapitato di Costanzo, mentre la forma a ciambella simboleggerebbe la corona tempestata di gemme preziose (i canditi!) che si sarebbe sfilata al momento della decapitazione.
Sull’origine dei 5 tagli praticati diagonalmente sulla sommità del dolce, la tradizione popolare concorda nell’individuarvi le cinque porte corrispondenti ai cinque rioni del centro storico di Perugia (Porta Sole, Porta San Pietro, Porta Susanna, Porta Eburnea, Porta Sant.Angelo).

Il Torcolo di San Costanzo viene realizzato con ingredienti molto nobili, tra cui il burro, l'olio d'oliva e i pinoli, che stanno a dimostrare la devozione della città verso il suo patrono.

Perugia è usanza che il 29 Gennaio, il comune offra il Torcolo di San Costanzo a tutti i cittadini in Corso Vannucci.

Ma se volete provarlo basta cliccare sul file allegato.